L'Euro Portoghese

Vediamo come la moneta unica è stata interpretata dal Portogallo. All’epoca della scelta, fu bandito un concorso al fine di individuare la più interessante soluzione da adottare per la faccia nazionale. Fu scelto il progetto dell'artista Victor Manuel Fernandes dos Santos. Tutte le monete infatti riportano le sue iniziali VS come riportano le iniziali della Imprensa Nacional Casa da Moeda: INCM. Altro elemento comune a tutte le monete è il nome Portugal e il millesimo 2002 che sono caratteri inseriti tra i castelli e gli stemmi, gli stessi castelli e gli stessi stemmi inseriti sulla bandiera del Portogallo.

Le monete da 1, 2 e 3 centesimi riportano al centro il sigillo del 1134 di Afonso Henriques (non ancora Re all’epoca).

Le monete da 10, 20, e 50 centesimi riportano al centro il sigillo del 1142 di Afonso Henriques che, dopo la vittoria nella battaglia di Ourique contro i musulmani nel 1139, aveva assunto il titolo di Re.

Le monete da 1 euro e 2 euro riportano al centro il sigillo reale del 1144 di Afonso Henriques divenuto Re del Portogallo con protezione papale. Queste due monete riportano le dodici stelle della bandiera europea. D'altro canto tutti gli stati hanno inserito il bordo con le dodici stelle a coronare gli elementi nazionali. Questo elemento comune simboleggia il dialogo, lo scambio di valori e la dinamica della costruzione europea.

Interessante, nel caso del Portogallo, la scelta di elementi che ci riportano al percorso di formazione della nazionalità.

Afonso, figlio di Henrique, ovvero Afonso Henriques, fu il primo Re del Portogallo, dichiarato regno indipendente da Castiglia nel 1143 con il Trattato di Zamora sottoscritto dal Re di Leone e Castiglia, D. Afonso VII alla presenza del legato papale Guido de Vico.

Per comprendere come nacque il Portogallo regno autonomo dobbiamo ricordare che risale al 711 l'invasione araba della penisola iberica. Alla fine del secolo XI D. Afonso VI era Re di Leone, Castiglia e Galizia. A sua figlia Teresa, che andò sposa al Conte D. Henrique di Borgogna, dette in dote il Condado Portucalense situato approssimativamente nella zona dell’attuale città di Oporto. Il figlio di D. Henrique, Afonso, inizierà la costruzione dell'attuale Portogallo, conquistando lentamente il territorio ai re mori. Nel 1179, con la bolla papale  Manifestis probatum il Papa Alessandro VI dichiarava il Portogallo regno di S. Pietro e poneva il monarca e i suoi eredi sotto la protezione della Santa Sede. Dopo la morte di Re Afonso Henriques il figlio D. Sancho I continuò l’opera di riconquista dei territori e, dal 1189, divenne Re di Portogallo e Algarve. Dopo alterne vicende nel 1385 furono fissati i confini che il Portogallo tuttora mantiene.